PROGRAMMA

Sessione 1 - Gestione della chioma e del vigneto

  • Bomben P. - Effetti del caolino su scottature, maturazione e caratteristiche aromatiche del Traminer in Friuli-Venezia Giulia.
  • Ferlito F. - Esperienze di gestione della chioma, gestione del suolo e irrigazione deficitaria in differenti aree vitivinicole della Sicilia.
  • Gaiotti F. - Use of controlled-release fertilisers in vineyards on gravelly soils.
  • Malagnini V. - Progetto Chaos: una esperienza concreta per una viticoltura amica degli apoidei.
  • Malusà E. - External organic matters: tools to support climate mitigation and soil health in vineyards.
  • Morelli R. - Soil biological activity in an organic vineyard managed with green manure in Northern Italy.
  • Pichierri A. - Influenza dell’epoca e della gestione del sovescio sullo stato idrico e sulla produzione della Glera (Vitis vinifera L.) in Friuli-Venezia Giulia.
  • Puccio S. - Effetto del carico di gemme sulla produzione e sulla qualità delle uve delle cv Chardonnay, Pinot grigio e Vermentino.


    Sessione 2 - Fisiologia ed ecofisiologia

  • Bolognini M. - Osservazione della risposta fisiologica allo stress idrico della cv. Pinot bianco innestata su due portinnesti tolleranti.
  • Faralli M. - Dinamismo stomatico diurno in Vitis vinifera.
  • Ingrà C. - Evoluzione stagionale dei polifenoli in foglie opposte al grappolo.
  • Porro D. - Influenze nutrizionali sulle modificazioni delle proprietà meccaniche delle bacche e implicazioni tecnologiche sui vini ottenuti.


    Sessione 3 - Viticoltura di precisione e telerilevamento

  • Bodor-Pesti P. - Remote sensing evaluation of the canopy microclimate and plant physiology of the grapevine cultivar ‘Hárslevelű’ with different irrigation methods: preliminary results.
  • Pisciotta A. - Stima del numero di acini su grappoli di uva da tavola attraverso l’analisi di immagini.
  • Shmuleviz R. - Application of proximal and remote sensing to study the spatial variability in the Valpolicella area.
  • Sozzi M. - Telerilevamento iperspettrale per applicazioni di viticoltura di precisione: risultati preliminari dalla missione PRISMA.
  • Zanchin A. - Potential pesticides losses reduction thanks to lidar sensors and nozzles section control.


  • Sessione 4 - Biodiversità, miglioramento genetico e vivaismo viticolo

  • Fronteddu F. - Valutazione del potenziale viticolo ed enologico di cloni di Cannonau e di suoi sinonimi in un ambiente di coltivazione della Sardegna centrale.
  • Gardiman M. - Conservazione e caratterizzazione del germoplasma viticolo locale: i risultati della rete regionale per la biodiversità di interesse agrario e alimentare del veneto (Bionet 2017-2022).
  • Giordano L. - Vitigni autoctoni d’altura: espressione territoriale.
  • Maghradze D. - Ampelographyc description of wildly growing grapevine in Jughaura collection from Georgia.
  • Mattii G.B. - Selezione clonale del Sangiovese in un’azienda del Chianti classico.
  • Spada A. - La salvaguardia delle risorse genetiche di tre varieta’ autoctone di vite del Collio.
  • Stigliani A. - Editing di geni MLO  in calli embriogenici di Aglianico e Primitivo mediante la crispr/cas9 combinata al sistema biolistico.
  • Tornielli G.B.. - Selecting Corvina derived genotypes introgressing resistance  loci  to Plasmopara viticola.
  • Valentini P. - Studio della dotazione antocianica e polifenolica in cloni di Sangiovese in territorio toscano.
  • Vezzulli S. - Piramidazione di loci di resistenza a peronospora e oidio mediante un processo ottimizzato di selezione assistita da marcatori molecolari.


    Sessione 5 - Zonazione e Interazioni pianta ambiente

  • De Oliveira A. - Zonazione bioclimatica vitivinicola della Sardegna.
  • Luca L. - Influenza delle condizioni pedoclimatiche del vulcano Etna nella determinazione della componente aromatica del Nerello Mascalese e del Carricante.
  • Mannini F. - La coltivazione del Nebbiolo su terreni acidi: il ruolo del clone e del portinnesto.
  • Nicolosi E. - Risposta bio-agronomica dei vitigni Aglianico e Cabernet sauvignon in tre ambienti pedoclimatici dell’Italia centro-meridionale.
  • Zombardo A. - Valutazione dell’adattamento di Arinarnoa e Marselan, vitigni di nuova introduzione in Toscana.


    Sessione 6 - Servizi ecosistemici, paesaggio e tutela del territorio

  • Cargnello G. - Vigneti universalmente sostenibili eMg4.1C e realizzati, pure, per contribuire a risanare l’aria e la terra anche in città. Prime ricerche.
  • Galletto L. - Dalla “Tecnica” alla filiera “Grande”, alla “Grande Filiera MetaEtica 4.1C”, al bio e all’ ecoMetaEthic4.1C, alla ecoMETA4.1C, alla META4.1C e all’ attività e sostenibilità certificabile eMg. Contributo interdisciplinare del Conegliano Campus 5.1C, del GiESCO, dell’Università di Padova, del CIRVE, dell’imprenditoria e di altri.
  • Lucchetta M. - Prevenire la degradazione dei suoli vitati in ambiente collinare attraverso il reimpiego dei sottoprodotti del vigneto.
  • Perria R. - Trattamenti di difesa del vigneto e popolazione rurale: una proposta di convivenza possibile.


    Sessione 7 - Biologia, fisiologia e analisi “omiche”

  • Bianchedi P. - Variazione fenotipica per risposte a stress ambientali ed alcalinità del suolo in cv. Pinot grigio innestata su portinnesti con caratteri morfo-fisiologici contrastanti.
  • Dal Cin A. - Effetto del microclima di pergola veronese e Guyot sui pigmenti della Corvina.
  • Dinu D. - Effetti del cambiamento climatico sulla fenologia della vite: germogliamento invernale di un vigneto polivarietale in Salento.
  • Falchi R. - Combined transcriptomic and metabolomics data unravel the complexity of the response to water deficit in grapevine interspecific hybrids.
  • Lo Cascio M. - New techniques for water status assessment in Vitis vinifera L.


    Sessione 8 - Avversità biotiche e approcci agronomici innovativi alla difesa del vigneto

  • Bertazzon N. - Indagini sulla bassa suscettibilitá del tocai friulano alla flavescenza dorata.
  • Bigot G. - Valutazione dell’efficacia di strategie di gestione fitosanitaria e agronomica a basso impatto e basso costo in un contesto favorevole alle ampelopatie del nord-est Italia.
  • Casagli A. - Impatto di diverse tecniche gestionali del suolo sulla produzione potenziale di gas serra e sul microbioma coinvolto.
  • Cogato A. - Valutazione della potenzialità dei dati iperspettrali di individuare viti affette da mal dell’esca.
  • Filippin L. - Ruolo di alcuni cicadellidi nella diffusione della flavescenza dorata in vigneti del Veneto.
  • Forte V. - Progetto MI.DI.FEN.DO.: risultati preliminari di applicazione di MVOCS su barbatelle.
  • Gribaudo I. - Suscettibilità a Flavescenza dorata di vitigni dell’Italia Nord-Occidentale.
  • Sadeghian F. - A non-destructive method for quantifying Cu, monitoring its residues, and downy mildew incidence on grapevine leaves after the application of copper-based antifungals.
  • Salerno A. - Impiego di lieviti autoctoni non-Saccaromyces per il contenimento dei marciumi su uva da tavola.
  • Zanzotti R. - Riduzione dei dosaggi rameici e distribuzione: esperienze applicative in vigneto.
  • Zanzotto A. - PV-SENSING: lo sviluppo di un nuovo modello previsionale per la difesa dalla peronospora della vite.


    Sessione 9 - Pratiche colturali e strategie di adattamento ai cambiamenti climatici

  • Carraro R. - Progetto VI.VO: miglioramento della tolleranza a stress idrici e termici mediante l’utilizzo di silicato di potassio per una maggiore sostenibilità delle produzioni viti-enologiche di vitigni autoctoni calabresi.
  • Gentilesco G. - Strategie alternative all’uso del rame in viticoltura bio in funzione dei cambiamenti climatici .
  • Nuzzo V. - Adattamento al cambiamento climatico mediante l’uso di nuovi portinnesti di vite: risposta vegeto-produttiva dell’Aglianico.
  • Pallotti L. - Applicazione di reti ombreggianti come strategia di adattamento al cambiamento climatico.
  • Pozzoli C. - Effetto dell’irrigazione multifunzionale in risposta agli stress multipli estivi.



  • CONAVI 2022 - IX Convegno Nazionale di Viticoltura 13-15 giugno 2022  - Conegliano (TV)